sabato 18 febbraio 2017

Elister Edizioni #lefatenatalizie : Racconti natalizi 2016




Melissa Castello - Natale con il capo
Stephanie K. Sinclair - Buon Natale, baby
Valentina Cardellini - Damelys
Katherine Jane Boodman - Attenti ai diamanti; Appuntamento sotto al vischio
Luisa Martucci - Aiuto, Babbo Natale!
Lily Anne - Amarsi a Natale
Alessia Martinis - Passi nella neve
Irene Milani - Intrecci
Melissa Spadoni - Goldy, una ragazza complicata
Maddalena Tiblissi - L'orecchino perduto
Mew Notice - Sweet december
Josephine Poupilou - Il giorno in cui ti ho incontrato




Come ogni anno, il periodo natalizio è raccontato con affetto e amore.
I racconti sono tutti interessanti, qualcuno mi è piaciuto di meno, altri di più, come accade sempre in questi casi.
C'è chi ha raccontato il Natale con gli occhi di un bambino, chi con la gelosia di un adulto. Alcuni sono scritti in maniera spiritosa, altri con un po' di mistero. In ogni caso l'atmosfera natalizia ha sempre quel mix magico-fatato, incantato e romantico che coinvolge tutti.
Ogni racconto ha una sua trama (potete trovarle al link indicato sopra).
Nell'insieme è stata una piacevole lettura. La scrittura è curata, senza sbavature, segno dell'ottimo lavoro che c'è alle spalle.
Non ho voluto fare una recensione singola per ogni romanzo, perché sono brevi racconti che si posso acquistare singolarmente su Amazon, ma do un voto globale, come in un'antologia.

 

Simona Di Iorio: Istantanee dal cuore




Autore: Simona Di Iorio
Titolo: Istantanee dal cuore
Editore: Self publishing
Genere: Rosa contemporaneo
Anno di pubblicazione: 2016
Pagine: 328

Sinossi
“Siamo sempre così presi, tanto preoccupati da mille pensieri che non riusciamo ad afferrare quella preziosa foglia portata via dal vento, come non afferriamo la vita e lei ci sfugge inesorabilmente…”
Sara, affermato avvocato divorzista con la passione per la fotografia, cercherà di cambiare il suo modo di vedere il mondo in uno dei momenti pi difficili della sua vita, dopo aver conosciuto Tom, un giovane rampante dal cognome scomodo e un passato tutto da scoprire. Ma chi è realmente quest’uomo? Inizialmente tutto sembra andare per il meglio tra i due, ma una verità scottante incombe su di loro perché, quando Sara crede di aver ottenuto tutte le risposte, un colpo di scena inaspettato le sconvolgerà per sempre la vita.


La voce narrante è di Sara, un avvocato divorzista che si è presa due mesi sabatici dopo un lutto importante che l’ha segnata profondamente.
A Livigno, dove ha deciso di trascorrere il suo periodo di solitudine, incontra Tom, un bell’uomo dai fantastici occhi azzurri in cui si perde.


Nonostante il suo disinteresse nei confronti del genere umano maschile, di cui ha una pessima opinione, Tom diventa una presenza sempre più intensa nella sua vita.
Sara è una ragazza anti-gossip, non conosce né cantanti, né calciatori, né attori famosi. Quando delle ragazze chiedono l’autografo a Tom, capisce che dev’essere un uomo famoso, forse lei è l’unica a non conoscerlo. Per questo lui apprezza la compagnia di Sara. Con lui è “Tom è basta”.

“Sei l’unica con la quale vorrei essere a cena in questo momento, perché sei l’unica con la quale posso essere Tom e basta”.

Tra loro cresce il sentimento, ma arriva il momento in cui Sara sente suonare il “campanello d’allarme”. Allora è tempo di fare un passo indietro.
Soprattutto c’è una persona, un uomo, che lei non è disposta ad accettare nella sua vita. Il suo odio per lui è più forte dell’amore per Tom.
La storia si svolge tra le montagne di Livigno. Tra escursioni, manicaretti e sentimenti, si svolge la vicenda. Per Sara, la morte di quella persona che per lei rappresentava tutto, è stato un duro colpo da accettare. Accanto a lei, l’amica Ali che, nonostante i chilometri di distanza, la chiama al telefono ogni giorno.
Ali è felice nel sapere che Sara ha incontrato un uomo e la sprona a vivere serenamente questa nuova esperienza, senza la solita acidità che allontana tutti.
Tom è un uomo meraviglioso, capisce Sara all’istante e se ne innamora. Con lei non deve fingere, perché lei lo apprezza come Tom-uomo e non per il cognome che porta, né per i suoi soldi.
Sara è un avvocato, ha studiato sodo per potersi permettere un lavoro capace di farla vivere dignitosamente, ma la sua vera passione è la fotografia.

Proprio la fotografia è il simbolo di questo romanzo. In un’istantanea è possibile immortalare un momento, un ricordo, un soggetto che resterà per sempre. Ogni volta che la guarderemo, rivivremo quelle situazioni. Nel bene e nel male. Nel dolore e nella gioia. Perché una fotografia può farci rivivere momenti belli oppure brutti. Una foto può essere un indizio segreto, un ricordo, un dolore vivo, un sorriso eterno.

La scrittura è piacevole, semplice, pulita, romantica. La storia è un concentrato di emozioni che si susseguono tra le pagine.
I personaggi sono carini: lei ostinata e fragile, lui intrigante e innamorato. Ali, simpatica e vivace. Il paesaggio è ampiamente descritto. Quasi quasi, stavo per cadere da un dirupo e avevo male ai piedi anch’io.  J
Per chi ama l’amore; per chi odia gli uomini e vuole ricredersi; per chi conserva il ricordo di una fotografia… questo romanzo, dolce e delicato, è ampiamente consigliato.



 

sabato 11 febbraio 2017

Intervista all'autrice Daisy Raisi


















L’autrice Daisy Raisi dice: I sogni sono fatti per essere realizzati”.
Lei è riuscita a realizzarne uno di cui ci parlerà in quest’intervista.
Innanzitutto grazie per essere su questo blog.

Dicci: quando è nata la tua passione per la scrittura?
A otto anni. Ho composto una breve poesia e da lì ha preso il via il mio grande amore per la scrittura.

Questa è la tua prima esperienza come autore?
No, assolutamente. Ho al mio attivo molti scritti inediti e sette libri auto pubblicati, uno dei quali è stato pubblicato con un nuovo titolo da Rizzoli, nella collana digitale You Feel.

Se pensi che degli sconosciuti leggeranno il tuo romanzo, cosa provi?
Una sensazione di gioia. Per me scrivere è condividere.

Prima di scrivere si deve aver letto molto. Quali sono i tuoi generi preferiti?
Le storie intense e un poco tormentate, fatte di crisi e rinascite.

Sono anche le mie preferite. Tu, Daisy, hai un autore cui sei particolarmente affezionata? Perché?
Mi affeziono a tutti gli autori che leggo, anche se poi, di fatto, preferisco spaziare variando. Sono una lettrice onnivora.

Hai un romanzo preferito? Vuoi parlarne?
Un albero cresce a Brooklyn” di Betty Smith. Nutro una spiccata simpatia per la protagonista femminile Francie Nolan, sensibile e amante della lettura.

Adesso parlaci del tuo libro, pubblicato con la Rizzoli. Che cosa rappresenta per te? Qual è il messaggio che racchiude?
I messaggi che veicola sono diversi: con la forza di volontà si può risorgere dalle proprie ceneri; i sogni sono fatti per essere realizzati; la famiglia ha un ruolo essenziale nella vita di ogni essere umano; l’amore, se è vero, lotta contro ogni ostacolo.

Quale aggettivo useresti per definirti “autore”) (Un solo aggettivo)
Sensibile.

Potresti riassumere il tuo romanzo in tre aggettivi?
Introspettivo, sognante, intenso.

Hai un messaggio da trasmettere a chi sta leggendo quest’intervista? A chi lo ha letto o vorrà leggere il tuo libro?
Mi piacerebbe che si affezionassero ai miei personaggi e li amassero come li ho amati io, così saprei di essere riuscita nel mio intento.

C’è qualcosa di te o della tua vita nel romanzo, oppure è tutta fantasia?
Metto sempre qualcosa di me e della mia vita nelle storie che scrivo. Quindi, anche in questa. Ad esempio, Caterina, sotto il profilo caratteriale, sono proprio io. Amore per la scrittura e distrazione incluse.

Cosa rappresenta per te, questo libro?
Un amore di sorpresa, edito da Rizzoli, rappresenta per me una grande, inattesa, soddisfazione.
Nato come self è stato  successivamente pubblicato da questa grande casa editrice che, scegliendolo per la collana You Feel, mi ha fatto una vera sorpresa, dandomi una grande opportunità.

Qual è la tua opinione nei confronti dei blog e di chi li gestisce?
Alcuni blog sono seri e professionali. Altri invece sono gestiti da persone  che aspirano a far parlare di sé stroncando gli altri. Non si può generalizzare.

Comunicaci i link per lacquisto del tuo libro.
Un amore di sorpresaè acquistabile in tutti i principali store:  kobo, ibs, Googleplay, Amazon. Bookrepublic, etc, al costo di 2,99 €.


Grazie per essere stata mia ospite.

In bocca al lupo per i tuoi successi editoriali.

Giovanna Roma: Razov, serie Deceptive Hunters #2



COVER:     foto allegata 
TITOLO:   Razov
SERIE: Deceptive Hunters #2
AUTRICE: Giovanna Roma
Self-pubblishing
GENERE:  Dark romance
DATA PUBBLICAZIONE: 17 gennaio 2017
ISBN:  9788822889782
PREZZO: € 2,99
PAGINE:   300
LINK DI ACQUISTO: 

BOOKTRAILER: http://bit.ly/2ktGWsD

SINOSSI:
Poche cose mi interessano davvero: le banconote di grosso taglio e le armi. Tutto quello che non è compreso in queste due categorie è tagliato fuori.
Lisa Petrova rientrava nella seconda.
Era la scelta per sbaragliare la concorrenza e rafforzare il mio Impero. Era la garanzia di un caricatore d'arma d'assalto a vita.
Poi mi è esplosa tra le mani. La sicura che la conteneva si è sganciata. Inganni e segreti sono saltati in aria. Il mondo di entrambi si è capovolto. Strano a dirsi, ma non potevamo essere più distanti di così.
Era convinta che fossi il mandante della Morte, mentre io concedo, ai popoli in lotta, il potere di difendersi.
Se non lo credete, avete un'errata concezione di ciò che è giusto e sbagliato.
Permettetemi di aggiustarvi.

OPERE PRECEDENTI: La mia vendetta con te (dark romance);
                                        Il Siberiano (dark romance);
                                        Il patto del marchese (regency)
                                        Adam (dark romance).

TWITTER: @_GiovannaRoma_
PAGINA AMAZON: http://amzn.to/2jfQVBt

BIOGRAFIA AUTRICE: Sono nata e cresciuta in Italia e viaggiato sin da bambina. I generi che leggo spaziano tra thriller, psicologia, erotico e dark romance. Anche quando un autore non mi convince, concedo sempre una seconda possibilità, leggendo un altro suo libro. Sono autrice dei romanzi "La mia vendetta con te, il suo sequel "Il Siberiano" e lo storico "Il patto del marchese".


Esiter Edizioni, uscite di febbraio



Titolo: UNA RELAZIONE PROIBITA
Autore: Melissa Castello
Editore: Elister Edizioni
Formato: ebook
Uscita: 11 febbraio 2017
Prezzo: 2,99 €

Lei è diventata la sua ossessione dal primo giorno in cui l’ha vista.
Lui è diventato la sua tentazione proibita dalla prima volta che l’ha baciata.
Melody è una ragazza di ventitré anni, si è appena laureata con il massimo dei voti e sogna di diventare una professoressa di liceo.
Tuttavia è osteggiata dai suoi stessi genitori che la vedono troppo fragile, minuta e con un viso così angelico da somigliare più a una bambolina che a un mastino capace di ottenere rispetto da studenti che hanno pochi anni in meno di lei.
Dopo continue liti con il padre, alla fine Melody ottiene un incarico come insegnante in un liceo ben diverso da quelle scuole prestigiose e rispettabili a cui è abituata.
La situazione che le si parerà davanti sarà difficile da affrontare e l’unico appoggio che sembrava aver trovato in un collega, Shane Mallory, alla fine si rivelerà un grande errore perché quel giovane non è altri che uno dei peggiori studenti della scuola.
Imbarazzata da quell’equivoco, si ritroverà travolta dall’interesse del ragazzo, che nutre da subito per lei una vera e propria ossessione, tanto da spingerlo a comportamenti compromettenti per Melody e a mandare all’aria tutte le buone intenzioni della giovane.
Tra baci rubati, inconfessabili dichiarazioni d’amore e incontri segreti notturni, riuscirà Melody a mettere una barriera tra loro? Oppure riuscirà Shane a far diventare sua Melody?
Contenuto extra: i primi capitoli dello sfavillante racconto “Natale con il capo” di Melissa Castello.







Titolo: APPARTIENI SOLO A ME
Autore: Lily Anne
Editore: Elister Edizioni
Formato: ebook
Uscita: 11 febbraio 2017
Prezzo: 2,99 €

Dopo essere scappata, lasciando il suo futuro sposo sull’altare, Melinda spera di trovare finalmente la libertà che cerca a New York.
Purtroppo, però, proprio il giorno del suo arrivo, si ritroverà coinvolta in un gioco di potere e ricatti tra suo nonno e un uomo tanto misterioso quanto affascinante, Simon Austin.
Spaventata dalle minacce di quest’ultimo e da ciò che potrebbe causare alla sua famiglia, Melinda si ritroverà costretta ad accettare di sposare Simon, perdendo così la sua agognata libertà.
Presto Melinda scoprirà che dietro a quel matrimonio, c’è un mondo di menzogne e segreti inconfessabili, in grado di distruggere ogni sua sicurezza e mettere a repentaglio quel fragile sentimento che lentamente sta nascendo tra lei e Simon.
Contenuto extra. I primi capitoli di "Amarsi a Natale” di Lily Anne.






Titolo: DECLAN. Rebel Angels Band (Vol. 1)
Autore: Stephanie K Sinclair
Editore: Elister Edizioni
Formato: ebook
Uscita: 11 febbraio 2017
Prezzo: 2,99 €

Timido e impeccabile pubblicitario di giorno. Folle, sexy e intraprendente chitarrista dei Rebel Angels di notte.
Declan rappresenta il binomio perfetto di uomo in grado di far impazzire ogni donna.
Peccato che a lui questo non interessi... Almeno finché non si ritroverà a lavorare accanto alla bellissima e spumeggiante Amelia Ricci, nuova art director della Logan Advertising, appena arrivata dall'Italia. Insieme dovranno seguire la nuova campagna pubblicitaria per i cioccolatini "Dolci Desideri".
Sembra impossibile riuscire a resistere a quel corpo sinuoso che sembra fatto per il piacere, eppure Amelia sotto quell'aspetto peccaminoso, nasconde una fragilità capace di renderla vulnerabile e insicura verso ogni uomo che attrae.
Declan riuscirà mai a entrare nel cuore di Amelia e trovare l'amore vero?
Amelia riuscirà a resistere a quel nuovo collega pieno di sorprese e di sfaccettature misteriose?
"Declan" è il primo volume della serie dei "Rebel Angels Band".
Contenuto extra. I primi capitoli di "Buon Natale, baby" di Stephanie K Sinclair.

Emme X: Emma, la vita che non perdona



Autore: Emme X
Titolo: Emma, la vita che non perdona
Editore: Self publishing
Genere: Drammatico
Data di pubblicazione: 04 febbraio 2017
Pagine: 149

SINOSSI
Emma Nilsson è una ragazza di ventuno anni, con un passato doloroso alle spalle. Sopravvissuta a un tentato suicidio, vuole ricominciare una nuova vita, sebbene abbia serie difficoltà a relazionarsi con le persone. Un giorno, iniziano ad arrivarle delle e-mail sul cellulare da “Poeta Sconosciuto”. Lui sa, sa tutto del suo passato, ma sa anche che non è pronta a incontrarlo, così le propone un gioco: le darà dieci indizi che la porteranno a capire chi si cela dietro quel soprannome misterioso. Emma, così diffidente e disillusa, sarà disposta a giocare? A rendere più difficile la scoperta della sua identità, sarà l’arrivo di quattro ragazzi apparsi improvvisamente nella sua nuova vita: Helmer, Charlie, Oliver e Albert. Chi di loro è il Poeta Sconosciuto? Qual è il passato da cui Emma è sopravvissuta? E quello dell’ammiratore segreto?

Tra e-mail d’amore, di rimproveri, d’indizi, di sentimenti complicati e dolorose verità, si svolge il romanzo. Emma vi accompagnerà nella sua storia sofferta e toccante fino al midollo, che vi procurerà brividi di dolore e tanta voglia di tirarla fuori dalle pagine per abbracciarla. Tutto si può risolvere, ma la vita… non perdona.


Su Amazon e tutti gli store online

ESTRATTI








Tiziana Lia: Noi all'orizzonte



Autore: Tiziana Lia
Titolo: Noi all’orizzonte
Editore: Self publishing
Genere: Romanzo contemporaneo
Anno di pubblicazione: 2017
Pagine: 392                  


Sinossi
Zoe ha una vita soddisfacente: viaggi, begli abiti, una casa elegante, un uomo, Fabio, con cui convive da otto anni e con il quale partecipa ai salotti di Roma. Unico neo il trasferimento del suo compagno in un’altra città per motivi di lavoro nel momento in cui lei ha perso il suo.
Sarà una promessa rubatale dalla vicina, l’anziana Elide, a condurla a Borgo Trilussa, un centro accoglienza per ragazzi: dovrà sostituire la dirimpettaia in cucina, come volontaria.
Al Borgo Zoe conosce un ambiente nuovo: il suo carismatico direttore, il vecchio Sebastiano Trilussa, è un padre per quella decina di giovani svantaggiati che cercano di trovare la loro strada. Lì si respira aria di casa, genuinità, affetto e lei ne rimane affascinata. È stupendo accorgersi delle piccole cose che prima dava per scontato e a poco a poco Zoe inizia a cambiare. Un cambiamento che ha anche un nome: Isaac. Anche lui cresciuto al Borgo, p un tipo introverso, misterioso, affascinante e ha un passato dal quale vuole riscattarsi. Zoe e Isaac percepiscono l’alchimia che li lega e si trovano stretti tra due fuochi: l’attrazione che li unisce e i mondi diversi ai quali appartengono.
Tuttavia, scopriranno sulla loro pelle che non tutto è come sembra e che la vita a volte prende pieghe inaspettata, dolorose ma rivelatrici. In un crescendo di verità taciute, promesse, menzogne e sottintesi, le vite di Zoe, Isaac, Fabio e gli altri protagonisti s’intrecceranno più di quanto loro stessi pensino…



Dopo “Ai confini del cuore”, l’autrice Tiziana Lia torna con una nuova storia piena di sentimenti a tutto tondo. Non c’è solo amore carnale, ma amore per il prossimo. Rispetto.
Zoe è una donna di trentacinque anni, orfana (i genitori erano morti in un incidente) e cresciuta con i generosi e amorevoli zii che non le hanno mai fatto mai mancare nulla, nonostante fossero persone semplici e con le possibilità economiche limitate.
Dopo due anni di fidanzamento con Fabio, hanno deciso di convivere e da otto anni sono inseparabili, infatti lei pensa sia ora di convolare a nozze, ma lui non è ancora pronto per il grande passo.
Fabio è un uomo abituato ad avere di tutto e di più, non si accontenta facilmente, vuole sempre il meglio. È abituato a un tenore di vita costoso e non potrebbe mai vivere diversamente.

Zoe ne è affascinata: che male c’è a desiderare una vita privilegiata?
Così anche lei inizia a vivere come una favola questa loro relazione. Si può permettere abiti costosi, viaggi, lusso, locali alla moda e amicizie di pari livello sociale.

La storia inizia quando Zoe si ritrova disoccupata e Fabio è stato trasferito a Modena per lavoro. Si tratta solo di qualche mese, ma la distanza non è mai piacevole tra due persone che si amano. Adesso è arrivato il momento di stringere la cinghia. Hanno due case da mantenere, doppie bollette, due automobili, quindi si deve risparmiare, cosa che nessuno dei due sa fare.
Per Zoe inizia un periodo difficile. La banca le fa pressione. Le rate del condominio si accumulano e tutto diventa pesante e insopportabile. Intanto Fabio sembra non preoccuparsi più del necessario.
È arrivato il momento di rimboccarsi le maniche.
Elide, la simpatica e sagace dirimpettaia, considerata da Zoe come una nonna, le chiede di sostituirla al centro di accoglienza in cui lei fa volontariato da anni.
Inizialmente Zoe rifiuta. Che cosa ci faceva lei in un centro di accoglienza?
Con le dovute insistenze, Elide riesce a convincerla e le trova anche lavoro in una ditta di pulizie. Zoe ha l’acqua alla gola e troppi debiti, quindi accetta.
Quando si reca a Borgo Trilussa, conosce immediatamente il fondatore, Sebastiano Trilussa, un uomo anziano molto perspicace, con una grande quantità di amore nel cuore da donare a tutti i ragazzi del centro.
Zoe ha un grande limite: i pregiudizi.

“I pregiudizi l’avevano sempre portata a considerare quelli senza famiglia come persone sfortunate, che non avevano nulla e che non potevano vivere un’esistenza normale”.

Fabio non accoglie bene le nuove mansioni di Zoe, ma di fatto non l’ha aiutata a pagare le bollette, né le ha mai chiesto se le servivano soldi. A volte lei aveva la sensazione di essere una palla al piede di cui lui voleva liberarsi. Sembrava che lei fosse l’unica a fare sacrifici e rimboccarsi le maniche per mantenere in vita la loro storia.
Zoe si ambienta subito al Borgo. Tutti sono gentili e le si affezionano con spontaneità e lei si sente apprezzata come non accadeva da tanto tempo.
Tutto si sconvolge quando, al Borgo, arriva Isaac.
Isaac era cresciuto al centro di accoglienza, sotto l’ala protettiva di Sebastiano che, infatti, ha sempre avuto un debole per lui. Lo considera il suo successore, perché Isaac riesce a leggere i cuori delle persone proprio come lui.
Isaac è sospettoso, non si fida di Zoe. Nella loro complicata conoscenza, emergono tutte le fragilità e la paura della diversità. Entrambi si studiano, si scrutano, si difendono, si accusano e si proteggono.
Al Borgo Zoe ha trovato sorrisi spontanei, collaborazione reciproca, rispetto e accoglienza. Tutto molto lontano dalla sua vita infelice. Scopre che i suoi amici, quelli che frequenta con Fabio, non sempre sono sinceri, anzi, dimostrano di essere falsi e ipocriti. Capisce quanto era fortunata, invece, quando abitava con gli zii. Le loro feste era sempre belle, piene di gente e allegria.
Al Borgo Trilussa si sentiva amata davvero.


Zoe inizia a sentirsi confusa. Se da una parte c’è Fabio, l’uomo che ama da tanti anni e con cui desidera sposarsi, dall’altra parte c’è Isaac: orgoglioso ma generoso, misterioso ma semplice, complicato ma con un cuore grande, disposto a tutto per aiutare i ragazzi del Borgo. Isaac rappresenta una diversità di cui lei ha paura.
Nel sottofondo, la città eterna. Roma, con la sua bellezza antica e romantica. Qui si svolge la storia.
Si susseguono molte situazioni dove emergono le limitazioni e i pregiudizi di molte persone: la paura verso chi è diverso da noi. Disabili, orfani, persone dal colore della pelle diversa dalla nostra, disabili, omosessuali, mendicanti, obesi. Queste sono tutte persone che devono lottare e difendersi, che devono subire gli sguardi inquisitori, diffidenti e disgustati della gente chiamata “normale”.

In fondo, anche Isaac era prevenuto nei confronti di Zoe, considerandola la solita ricca annoiata che finge di interessarsi a chi è meno fortunato. Poi lei è bianca e lui non vuole una donna bianca.

“Il colore delle loro pelli spiccava l’uno sull’altro, come fossero panna e cioccolato, elementi del suo dessert preferito. Erano così diversi eppure insieme avevano una combinazione unica”.

L’autrice racconta con delicatezza temi e argomenti che riguardano tutti. La persona che più mi ha colpito, in tutto il racconto, è Sebastiano. Un uomo unico. Generoso e caparbio che ha dedicato la sua vita ad amare dei ragazzi complicati, come fossero i figli che non ha mai avuto. Ha mostrato a tutti, indistintamente, la lealtà, la fratellanza, la collaborazione, la spalla cui aggrapparsi nei momenti difficili, l’amore umano. Lì nessuno si sentiva solo, perché erano legati da grandi principi morali che li rendevano uguali. Lì non c’erano diversità.
I sentimenti sono il tema principale dell’intera opera. Non solo quelli romantici, ma l’amore a 360°. Naturalmente c’è un grande tira e molla tra Zoe, Fabio e Isaac. Incomprensioni, verità, bugie, perdono, rinunce, tradimenti. Un bel mix che non vi annoierà.
Leggendo questo romanzo, ho vissuto le storie dei protagonisti come fossero amici miei. Quando spegnevo l’e-reader, mi mancavano. Avevo voglia di prendere il cellulare e fargli un saluto. Chiedere a Zoe come stava Giovanni, un ragazzo del centro vittima di bullismo; di domandare a Isaac di preparami una delle sue meravigliose pizze di cui sono golosa. Avevo voglia di andare a trovare il più grande amico: Sebastiano. Mi commuovo mentre scrivo. Se leggerete il libro, capirete perché.
Poi ho scorto anche un altro messaggio in questo romanzo. A volte amiamo una persona con tutta la nostra forza, a volte ci aggrappiamo alle persone pensando che siano il meglio per noi, a volte non ci accorgiamo di essere solo pedine nelle mani di chi ci ostiniamo ad amare, a volte amiamo per abitudine. Non ci rendiamo conto di come stanno realmente le cose, fino a quando non apriamo veramente gli occhi, consapevoli di quello che ci accade. Le persone che ci vogliono bene, che guardano tutto al di fuori del rapporto, cercano di darci un consiglio, un suggerimento, ma noi non lo percepiamo, o abbiamo difficoltà ad accettarlo.
Troppo tardi ci accorgiamo di aver perso anni e tempo prezioso. Quindi sveglia! La vita è una, non possiamo perdere tempo dietro a chi non ci merita.

Consigliato.

Monika M.: Come un'isola




Autore: Monika M.
Titolo: Come un’isola
Editore: Lettere Animate
Genere: Dark
Anno di pubblicazione: 2016
Pagine: 149

Sinossi
Come un’isola è forse scritto unicamente per noi donne , noi donne che ci amiamo così tanto da saper amare in modo unico, senza però tradirci mai . E’ una storia d’amore non convenzionale, complessa, forse malata, tenace , che rivela la fragilità e la forza stessa della protagonista. E’ un invito a darci una possibilità anche quando tutti i segnali indicano pericolo, vivere un amore sapendo che si verrà feriti non per ingenuità ma per coraggio, vincendo la paura del dolore che sappiamo arriverà ma che sarà nulla confrontato ad una assenza di rimpianto. E’ consapevolezza di sé, è controllo, è scelta . Lucrezia , la protagonista, allineerà la sua vita a quella di Victor convinta di poter, come sempre nella sua vita, controllare tutto . Nulla sarà più diverso da ciò che lei aveva pianificato fino a conoscere la travolgente ribellione, fiera del suo orgoglio ingaggerà una guerra con il suo stesso cuore per non concedersi ad un amore non corrisposto . Si tufferà volontariamente in due occhi crudeli e belli sapendo che vi troverà la morte per annegamento, consapevole che quel che dopo l'aspetterà non sarà più vita , ma sopravvivenza scandita da una inguaribile mancanza, dettata però dalla libertà della scelta fatta . Siamo spesso schiavi dei nostri limiti , ma quanto di noi siamo disposti a tradire per oltrepassarli ? << Non bisogna mai partire da un risultato , se lo facessimo tutto sarebbe falsato , ogni gesto e pensiero mutato dal desiderio di giungere dove si è stabilito e non dove veramente siamo attesi... sei enigma e mistero che vivrò per sempre o forse mai più... >> Lucrezia da Come un'isola di Monika M.


Lucrezia è una donna che ha bisogno di far riemergere i ricordi di una vita passata, perché convinta di essere stata accusata di stregoneria in una vita precedente.
Victor è un uomo con un ruolo non identificato. Si sa che lei lo paga profumatamente per ricordare e per mettere in scena le torture attuate dalla Santa Inquisizione. Questo “esperimento” avrà la durata di un mese.
Il loro primo incontro avviene alla stazione di Bologna.

“Nonostante le fosse seduto davanti Lucrezia avvertiva una distanza siderale da lui, come se tra loro ci fosse una coltre di spesso ghiaccio a dividerli e non solo la immaginava, ma le sembrava di percepirne il gelo sulle braccia nude. Era inquietante. Lucrezia avvertì un terrore che la immobilizzò, come trovarsi improvvisamente di fronte ad un lupo famelico che ti fissa, pronto a impedirti ogni via di fuga deciso a divorarti”.

Lucrezia scappa. Quell’uomo sembra un demone ma, dopo un mese, sono insieme, pronti a scavare nei meandri bui della memoria.
Victor sembra capirla profondamente, senza che lei parli. Raggiunge la psiche umana con abilità, tanto da spaventare.

“Non avrai angoli in cui io non arriverò, sarà tutto mio, pensieri, paure ed emozioni. Conoscerò quello che tu stessa non vuoi vedere, ammettere, accettare”.

Tante volte Lucrezia è in procinto di andarsene. Quell’uomo è imperscrutabile, sadico, malato. Ma lei ha bisogno di far riemergere quella parte di sé che non conosce, non ricorda e la rende inadeguata.

Se hai deciso di restare, come ti ho detto ieri, ci sono delle regole che mai dovrai infrangere. Io non recito una parte. Io sono questo e non accetto che non ci sia sincerità nel rapporto. Dovrai sempre dirmi tutto, emozioni, sensazioni, paure, pensieri inconfessabili, tutto, o così o non mi interessa”.

Di certo lui non rende la situazioni semplice, anzi, prova piacere nel tormentarla per suscitare in lei continue reazioni.

“Si sentiva una cavia da laboratorio che lui amava stuzzicare, pungolare per studiarne le reazioni, e più il topolino saltava per il fastidio più quello pareva divertirsi”.

Contro la sua volontà, quell’uomo che tanto temeva, raggiunge il suo cuore. Lei si innamora di Victor e questo complica tutto. Lui sembra non avere sentimenti. Continua il gioco con un tira e molla estenuante. Si avvicina e si allontana. La cerca e la evita.
Riusciranno a far incontrare le loro anime, a scaldare i loro cuori?
La storia è molto psicologica. I personaggi sono descritti ampiamente, anche se si poteva spiegare meglio il ruolo di lui. È semplicemente un Dominatore o è anche uno studioso di pratiche esoteriche, di psicologia?
Di certo la lettura risulta curiosa, interessante. La mente umana è sempre un piacere da scoprire.
Lei, a volte sembra soggiogata da Victor, eppure non c’è sottomissione in Lucrezia. È difficile per lei ubbidire, sottostare alle torture, non ribellarsi.
Non aspettatevi grandi scene di sesso violento o erotismo – spesso la tortura è psicologica –, ma non dimenticatevi che il sadismo fa parte dell’intera vicenda.
La scrittura è valida, anche se avrei preferito frasi più brevi e una punteggiatura adatta. Più la frase è lunga, più complicato diventa inserire le virgole. Credo che sistemando alcune frasi, si farà meno fatica a leggerle.
Ho apprezzato che l’autrice si sia impegnata nel fare ricerche, sia storiche sia psicologiche. Questo si denota anche quando lei parla con uno psicologo che le spiega il comportamento dell’uomo sadico. Quella scena l’ho trovata molto interessante.
Nell’insieme, l’ho trovato originale e intrigante.


venerdì 3 febbraio 2017

Sadie Jane Baldwin: I love my boss (Butterfly Edizioni)



Titolo: I love my boss
Autore: Sadie Jane Baldwin
Editore: Butterfly Edizioni
Pagine: 390
Prezzo ebook: 2,99 €
Prezzo cartaceo: 15,00 €
Collana: Digital Emotions
Genere: romanzo rosa contemporaneo
Pubblicazione ebook: 8 febbraio
Pubblicazione cartaceo: 24 febbraio
Disponibile in ebook su Amazon e kindle unlimited

TRAMA:
Adam Kent, a 30 anni, ha tutto ciò che desidera: è sexy, sfacciatamente ricco e capo di una grande azienda, ma il suo successo non si limita solo al lavoro, ha anche una lunga schiera di ragazze ai suoi piedi. Abituato a comandare e ad avere storielle di poco conto, si ritrova impreparato quando conosce la nuova stagista. Alice Bell, 22 anni, ha incontrato Adam in un'altra occasione e con un altro nome, è stata piantata in asso senza motivo e prova un profondo odio nei confronti del capo. Decisa a vendicarsi del torto subito, non fa altro che fargli dispetti e renderlo ridicolo di fronte a tutti come fosse un nemico da combattere. Ma i due non potranno resistere a lungo alla potente attrazione che li sorprende un po' dovunque... anche in ufficio. Perché c'è solo un filo sottilissimo che separa l'odio dall'amore...

Giulia Amaranto: Il tuo amore è il mio Natale



Autore: Giulia Amaranto
Titolo: Il tuo amore è il mio Natale
Editore: Self publishing
Genere: Rosa contemporaneo
Anno di pubblicazione: 2016
Pagine: 119

LINK ACQUISTO:


LINK BOOKTRAILER:



SINOSSI:

"Greta, vorrei baciarti ma non ce la faccio": è questo il contenuto del biglietto che Greta ha trovato nella tasca del cappotto. L'autore, però, è sconosciuto.
Greta è una studentessa fuori sede. Nel periodo di Natale, per potersi fare qualche regalo e dimenticare la solitudine, decide di trovarsi un lavoro. Viene assunta come babysitter da Enea, chef di un piccolo ristorante, che sembra avere addosso l'odore del freddo. Greta ne è subito attratta e si affeziona anche a sua figlia, la piccola Viola, colpita da un disturbo alimentare dopo un trauma che però Greta non conosce.
Nella sua vita entra però anche un altro ragazzo, Leonardo, dal carattere allegro e spensierato.
Quando trova il biglietto d'amore nel suo cappotto, cominciano gli interrogativi: chi è l'autore di quella dichiarazione, tra il misterioso Enea e l'irresistibile Leonardo?
Una cosa è certa: il suo Natale non sarà più lo stesso...




Greta, protagonista e voce narrante, divide l’appartamento con Roberta, Giulia e Mario.
Ha scelto di trasferirsi nella città di Roma per frequentare l’università e studiare Lettere, lasciando la Puglia.


Nel periodo natalizio i suoi coinquilini torneranno dalle famiglie e lei rimarrà sola. Per soccombere alla tristezza e alla solitudine, le consigliano di cercarsi un lavoro.
Mario glielo trova subito: farà la babysitter alla figlia del suo capo.
Un po’ agitata, Greta si presenta in casa Molinari e subito viene accolta con gioia dalla piccola Viola: una bambina di otto anni, in lieve sovrappeso. Più distaccato e glaciale è l’accoglienza che riceve da parte di Enea, il padre della bambina. Accoglienti, invece, sono le due zie, Gina e Lina, un po’ attempate ma simpatiche.
Enea si mostra sempre distaccato e sfuggente. Greta vuole capire perché è così glaciale nella voce e nei gesti, ma non ha il coraggio di chiederglielo.
Che fine ha fatto la madre di Viola?



Intanto, Greta conosce Leonardo, un ragazzo spigliato e dalla battuta pronta che non nasconde il suo interesse per lei.
Iniziano a frequentarsi, ma a parte del buon sesso e una piacevole compagnia, Greta sente sempre un gran senso di vuoto.

“Poi, quando Enea è rientrato in casa, sono ripiombata nel malessere, in quella sensazione di appartenergli senza essere sua”.

Quando trova il biglietto nella tasca del cappotto, non sa chi tra Enea e Leonardo, possa averlo scritto. Di certo, Enea è molto chiaro quando le sussurra: “Io sento la mia anima quando sto con te”.
La nostra Greta dovrà scegliere tra la spensierata e molto colloquiale storia con Leo, e il battito del suo cuore silenzioso quando sta con Enea.

“È proprio vero che l’amore, in qualunque forma sia declinato, necessita sempre di poche spiegazioni, non segue le regole del tempo e della logica: è un flusso di emozioni positive, una cascata di briciole di gioia inspiegabile”.

Dopo il primo capitolo, si entra nel fulcro della storia. Ho molto apprezzato la scrittura dell’autrice: simpatica, tenera e romantica. La presenza della piccola Viola dona un tocco in più a tutta la vicenda. Perfino le anziane zie sono simpatiche, con i loro orari, le telenovelas e qualche pettegolezzo.
Il personaggio enigmatico di Enea piace. Fa colpo. Incuriosisce. Ma Leo non è da meno.
Due uomini sono estremamente diversi: taciturno e rude uno, chiacchierone e spiritoso l’altro.
C’è una regola, però: al cuore non si comanda.
Peccato sia finito troppo presto.