venerdì 12 maggio 2017

Antonella Maggio - Stocaxxo che ti amo



Autore: Antonella Maggio
Titolo: Stocaxxo che ti amo
Editore: Butterfly Edizioni
Genere: Romanzo contemporaneo
Anno di pubblicazione: marzo 2017
Pagine: 314

Sinossi
Mangia troppo e parla troppo. È ostinata, testarda, indisciplinata, sboccata, esuberante e un po’ pazzerella. Miria, ventisei anni, è un disastro di ragazza. Come se non bastasse, ha perso il lavoro e sta nascondendo alla sua famiglia i suoi problemi economici per non ammettere ai loro occhi che è una buona a nulla come l’hanno sempre fatta sentire. Vorrebbe solo essere amata per quella che è, difetti compresi, e realizzare i suoi sogni con le proprie forze.
Cristian, sexy e bastardo, odia molte cose, prime fra tutte le donne sboccate. Vive un’esistenza apparentemente tranquilla fatta di avventure di una sola notte e giornate prive di sentimenti e punti stabili oltre al suo lavoro e alla sua passione per il calcio. E se il destino, in mezzo a tanta gente, ci facesse incontrare sempre la stessa persona che fa uscire il peggio o forse il meglio di noi? Tra due caratteri opposti non potranno che esserci scintille…


Ridere fa bene. Questo romanzo vi farà ridere. Vi farà stare bene.
Miriana, per tutti semplicemente Miria, è una ragazza fuori dagli schemi, un po’ assurda, un po’ sboccata, un po’ insicura e tanto desiderosa di essere amata per quello che è, difetti compresi.
Cristian è un seduttore nato, non vuole correre il rischio di instaurare una relazione duratura, infatti tutte le sue storie durano al massimo una notte. È un agente finanziario, ha la passione per il calcio ed è arbitro. Ogni tanto fa il cameriere nel ristorante di suo fratello.
Al contrario di Miria che non ha un lavoro, lui riesce a fare tante cose e ha anche il tempo di andare in palestra.
Una sera, Miria piomba nella sua vita.

In tutto questo tira e molla, condito da battute sarcastiche, c’è il simpatico Cesare, il barista della caffetteria dove Cristian fa colazione tutte le mattine.
La scrittura è piacevole, ironica, fluida e colorita. La storia e i personaggi sono molto simpatici. È facile entrare subito in sintonia con loro.
Il romanzo è scritto in prima persona, con i Pov alteranti dei due protagonisti.
Qui dentro troverete: amore, sesso, parolacce, dispetti, pasticci, irritabilità, sorrisi. Un mix che rende la lettura una passeggiata piacevole, insieme a degli amici che ne combinano di tutti i colori.
Perché un romanzo ironico, non è un romanzo stupido. E sorridere durante la lettura non vi rende idioti. Mi accorgo che sempre più persone hanno perso il senso dell’umorismo.
Cosa c’è di più spontaneo di una risata? E allora, fatevela sta risata!!!
Consigliatissimo.
J


 

Nessun commento:

Posta un commento

E' vietata la pubblicazione e la distribuzione dei contenuti non autorizzata dall'autore.
copyright © 2014 by Emme X.